Citazioni.org

Io capisco il linguaggio dei tuoi baci, | e tu quello dei miei (Mortimer: atto III, scena I; Raponi) - William Shakespeare


Signori, il tempo della vita è breve. | Ma Mostrare più
Quando la celia è tanto spinta, e massimamente a Mostrare più
C'è un'incapacità nell'uomo, innata, a separar l Mostrare più
L'idea di un gran fatto varca sempre i limiti Mostrare più
Falstaff è il carattere più comico che abbia c Mostrare più
Il sangue e il coraggio s'infiammano di più a Mostrare più
Falstaff è un tristo, ma il più gradito e più le Mostrare più
Infatti, mio signore, | io non v'ho mai negato i Mostrare più
Il contrasto di due giovani eroi, il principe Mostrare più
Non sarà mai detto ch'io mi sia dannato per Mostrare più
Nella seconda parte dell'Enrico IV, Shakespeare Mostrare più
L'Inglese è nato per cacciar l'infedele dalle Mostrare più
La gloria è simile a un cerchio nell'acqua che Mostrare più
È fino al sepolcro di Cristo che noi andremo a Mostrare più
Non vi è corazza più forte di un cuore i Mostrare più
Critici come Derek Traversi hanno fatto notare Mostrare più
Ma dimmi: non hai mai sentito dire | che ciò che Mostrare più
Perfino i critici favorevoli hanno trovato, in Mostrare più
E dunque, poi che m'ha voluto il cielo | così Mostrare più
Secondo alcuni critici, il Coriolano più che una Mostrare più
Che amore può ispirare | un essere così? M Mostrare più
Più fortunato fu il dramma sulle scene italiane Mostrare più
Il diavolo non si fa scrupolo, pei suoi disegni Mostrare più
Il Coriolano non ha avuto fortuna sulla scena Mostrare più
Io considero il mondo per quello che è: un Mostrare più
Oh, mia diletta, questo lungo bacio, lungo come Mostrare più
Se fare fosse facile quanto sapere ciò che va Mostrare più
Ah, per me, dico, datemi la guerra! È meglio Mostrare più